Select Page

Legge in Repubblica Ceca n. 137 136/2020 Coronavirus

 

136

LEGGE

del 25 marzo 2020

su alcuni adeguamenti nel settore dei contributi di sicurezza sociale e il contributo alla politica statale per l’occupazione e le pensioni nel contesto delle misure di emergenza dell’epidemia del 2020

Il Parlamento ha approvato la seguente legge della Repubblica ceca:


§ 1

(1) I lavoratori autonomi non sono tenuti a versare anticipi per l’assicurazione pensionistica e il contributo della politica per l’occupazione statale (di seguito “pagamento anticipato”) per i mesi civili da marzo ad agosto 2020. Se il pagamento anticipato è stato versato per il mese civile di tale periodo, è utilizzato per estinguere i debiti e quindi il premio assicurativo per i successivi mesi civili del 2020.

(2) Il premio dell’assicurazione pensionistica e il contributo alla politica statale per l’occupazione determinati dalla base di valutazione per il 2020 sono ridotti dell’importo per ciascun mese di calendario durante il quale l’attività autonoma è stata svolta per almeno una parte del mese

a) 2.544 CZK nel caso di lavoratori autonomi che svolgono un lavoro autonomo principale,

b) 1 018 CZK nel caso di lavoratori autonomi che svolgono un lavoro autonomo secondario.

§ 2

(1) Ai fini dell’articolo 11, paragrafo 3, della legge sull’assicurazione pensionistica, gli anticipi di cui alla sezione 1, paragrafo 1, si considerano versati.

(2) Ai fini della determinazione della base di valutazione personale per i lavoratori autonomi che svolgono il lavoro autonomo principale, i mesi di calendario da marzo ad agosto 2020, per i quali non sono stati tenuti a versare anticipi per l’assicurazione ai sensi della sezione 1, paragrafo 1, sono considerati periodi esclusi.

137

LEGGE

del 25 marzo 2020

su taluni adeguamenti nel campo delle registrazioni delle vendite in relazione alla dichiarazione di emergenza

Il Parlamento ha approvato la seguente legge della Repubblica ceca:


§ 1

(1) L’entità di registrazione delle entrate non è obbligata ad adempiere ai propri obblighi ai sensi della legge sulla registrazione delle entrate, ad eccezione dell’obbligo di gestire i dati di autenticazione, il certificato di registrazione delle entrate e il blocco delle ricevute per prevenire l’abuso fino alla fine dello stato di emergenza dichiarato il 12 marzo 2020.

(2) L’oggetto della registrazione delle vendite non è tenuto ad adempiere all’obbligo di registrazione e all’obbligo di presentare un avviso di informazione entro 3 mesi dalla fine dello stato di emergenza dichiarato il 12 marzo 2020 secondo la legge che regola la registrazione delle vendite.

Open chat