Select Page

Legge n. 133/2020 Coronavirus

 

LEGGE

del 25 marzo 2020

su alcuni adeguamenti della sicurezza sociale nel contesto dell’epidemia di emergenza del 2020

Il Parlamento ha approvato la seguente legge della Repubblica ceca:


§ 1

Misure di emergenza in un’epidemia

(1) Ai fini della presente legge, una misura di emergenza epidemica indica una misura di crisi adottata dal governo della Repubblica ceca durante uno stato di emergenza nel 2020 a causa di minacce sanitarie associate al verificarsi di coronavirus (denominato SARS CoV-2). 2020 Ministero della Salute basato sul § 69 cpv. i), § 69 para 2 e § 80 para. 1 (g) della legge sulla protezione della salute pubblica e che modifica alcune leggi correlate per proteggere la popolazione e prevenire il rischio di sviluppare e diffondere COVID-19 causato dal nuovo coronavirus, relativo al divieto di presenza personale di bambini, alunni e studenti in istituti e scuole diritto all’assistenza infermieristica o al congedo per malattia con reddito di servizio.

(2) I reclami ai sensi della presente legge sorgono solo durante il periodo di validità di una misura di emergenza in caso di epidemia.

(3) La presente legge si applica alle relazioni giuridiche che non sono regolate dalla legislazione dell’Unione europea direttamente applicabile in materia di sicurezza sociale 1 ) .

§ 2

(1) Per l’ordine dell’autorità competente sulla chiusura delle strutture destinate ai bambini in età prescolare ai sensi dell’articolo 39, par. 1, lettera (b) (1) della legge sull’assicurazione malattia o ai sensi dell’articolo 70, par. (f) (1) della legge sul servizio dei membri del corpo di sicurezza deve essere considerata come la decisione del fondatore della struttura di chiudere la struttura se è stata presa in connessione diretta con la misura di emergenza nell’epidemia.

(2) Per equipaggiamento secondo § 39 par. 2, Lettera (b) (1) e (2) della Legge sull’assicurazione malattia o ai sensi della Sezione 70, Par. f) i punti 1 e 2 della legge sul servizio dei membri del corpo di sicurezza indicano anche una struttura progettata per l’assistenza di persone che dipendono dall’assistenza di un’altra persona almeno al livello I (dipendenza leggera) ai sensi della legge sui servizi sociali.

§ 3

(1) Un dipendente che non è in grado di lavorare a causa di cure per una persona di età superiore ai 10 anni che è collocato in una struttura di cui al § 2 (2 ) ha anche diritto all’assegno di cura se questa struttura è stata stipulata il epidemia.

(2) Un dipendente che non è in grado di lavorare sul lavoro a causa dell’assistenza di un bambino di età pari o inferiore a 10 anni, che non ha raggiunto i 13 anni di età, ha anche diritto all’assegno di cura se le condizioni di cui al § 39 par. b) punto 1 o 2 della legge sull’assicurazione malattia o per l’assistenza di un figlio a carico che dipende dall’assistenza di un’altra persona almeno al livello I (dipendenza leggera) ai sensi della legge sui servizi sociali e non può frequentare la scuola a causa di una chiusura extra misure epidemiche. La dipendenza dei minori è valutata secondo la legge sull’assicurazione pensionistica.

(3) La legge sull’assicurazione malattia si applica altrimenti al diritto all’indennità di cura di cui ai paragrafi 1 e 2.

§ 4

(1) Il periodo di assistenza infermieristica è prolungato della durata della chiusura dell’istituto o della scuola a causa di una misura di emergenza in caso di epidemia.

(2) Le disposizioni del paragrafo 1 si applicano anche nel caso in cui il periodo di supporto sia scaduto prima della data di entrata in vigore della presente legge.

(3) Entro il periodo di sostegno determinato a norma del paragrafo (1), la sostituzione ai sensi della prima frase dell’articolo 39, paragrafo 4, della legge sull’assicurazione malattia è possibile più volte; la sostituzione non è possibile in un giorno di calendario; le condizioni di diritto all’assistenza infermieristica e al periodo decisivo sono valutate per ogni persona abilitata a partire dalla data della prima accettazione dell’assistenza. In caso di sostituzione ai sensi della prima frase, l’indennità di cura è versata a ciascuna persona avente diritto per ciascun mese di calendario, per i giorni delle sue cure indicati nel modulo prescritto; questo modulo indica anche i giorni in cui l’altra persona si è presa cura del bambino (persona).

(4) Il pagamento dell’indennità di cura per il periodo del periodo di sostegno esteso a norma del paragrafo 1 è trattato in modo analogo conformemente alla sezione 110, paragrafo 3, della legge sull’assicurazione malattia, se non diversamente stabilito al paragrafo 3.

§ 5

(1) Un membro del corpo di sicurezza che non è in grado di prestare servizio per la cura di un bambino di età pari o inferiore a 10 anni di età inferiore a 13 anni ha anche diritto a un congedo ufficiale con prestazioni di servizio ai sensi dell’articolo 71, paragrafo 2, della legge se la struttura o la scuola è stata chiusa a seguito di un’epidemia di emergenza.

(2) Un membro del corpo di sicurezza che non è in grado di prestare servizio per l’assistenza di una persona di età superiore ai 10 anni che è collocato nella struttura ha anche il diritto di partire con la prestazione di servizi in base alla Sezione 71 (2) della Legge di cui al § 2 (2), se la struttura è stata chiusa a seguito di una misura di emergenza in caso di epidemia.

(3) Il periodo di ferie con la prestazione di entrate di servizio ai sensi dell’articolo 71, paragrafo 2, della legge sul servizio dei membri del corpo di sicurezza è prorogato del periodo durante il quale la struttura o la scuola è stata chiusa a causa di misure di emergenza in caso di epidemia; lo stesso si applica nel caso in cui il congedo fosse già esaurito per lo stesso motivo prima della data di entrata in vigore della presente legge.

§ 6

efficacia

Questa legge entra in vigore il giorno della sua promulgazione.


Vondráček incl

Zeman incl

Babiš vr

Le note

1 ) Ad esempio, il regolamento (CE) n. 883/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 29 aprile 2004, relativo al coordinamento dei sistemi di sicurezza sociale, come modificato, il regolamento (CE) n. 987/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 settembre 2004, 2009 recante modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 883/2004 relativo al coordinamento dei sistemi di sicurezza sociale, come modificato, regolamento (UE) n. 1231/2010 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 24 novembre 2010, che proroga l’ambito di applicazione del regolamento (CE) n. 883/2004 e del regolamento (CE) n. 987/2009 ai cittadini di paesi terzi che non sono ancora coperti da tali regolamenti unicamente sulla base della loro nazionalità.

Open chat