Select Page

Legge n. 135/2020 Coronavirus

 

135

LEGGE

del 25 marzo 2020

che stabilisce norme speciali sull’ammissione e il completamento di determinati tipi di istruzione nell’anno scolastico 2019/2020

Il Parlamento ha approvato la seguente legge della Repubblica ceca:


PARTE PRIMA

DISPOSIZIONI GENERALI

§ 1

Oggetto

La presente legge stabilisce norme speciali per l’ammissione all’istruzione secondaria e il completamento dell’istruzione secondaria nell’anno scolastico 2019/2020 e relativi esami sostitutivi o correttivi e altre questioni correlate.

PARTE SECONDA

PROCEDURA DI AMMISSIONE

§ 2

(1) Il preside di questa scuola decide sull’ammissione di un candidato all’istruzione in una scuola secondaria.

(2) L’esame di ammissione uniforme per il primo anno dell’istruzione secondaria deve aver luogo non prima di 14 giorni dopo il rinnovo della presenza personale degli alunni nelle scuole secondarie.

(3) L’esame di ammissione uniforme si terrà nei casi previsti dalla Legge sull’istruzione.

(4) La data dell’esame di ammissione uniforme è fissata e pubblicata sul suo sito web dal Ministero dell’Istruzione, della Gioventù e dello Sport (di seguito denominato “il Ministero”).

§ 3

La procedura di ammissione ai sensi della presente legge è seguita da un candidato che, conformemente alla legge sull’istruzione, ha presentato una domanda di istruzione secondaria per l’anno scolastico 2020/2021.

§ 4

Rimangono in vigore

a) criteri uniformi per l’ammissione al settore dell’istruzione e alle forme di istruzione e il metodo per valutarne la realizzazione,

(b) il numero previsto di candidati all’istruzione e le forme di istruzione;

c) esame di ammissione alla scuola e

d) criteri uniformi e numero previsto di candidati ammessi per l’ammissione all’istruzione nelle diverse aree del curriculum scolastico,

determinato dal direttore ai sensi della sezione 60 della legge sull’istruzione.

§ 5

Il contenuto e la forma dell’esame di ammissione corrispondono al Programma educativo quadro per l’istruzione di base. L’esame di ammissione unificato consiste in una prova scritta nel campo educativo della lingua e della letteratura ceca e una prova scritta nel campo educativo della matematica e della sua applicazione. Il capo di istituto determina il contenuto e la forma specifici dell’esame di ammissione.

§ 6

Il richiedente sostiene l’esame di ammissione unica una sola volta presso la scuola elencata nella domanda nel primo ordine. L’esame di ammissione alla scuola si svolge una sola volta dal richiedente presso ciascuna scuola menzionata nel modulo di domanda, se fa parte della procedura di ammissione. Un candidato che fa domanda per il campo dell’educazione Palestra con allenamento sportivo sta sostenendo un esame di ammissione unico in questa scuola.

§ 7

(1) Se il capo di istituto ha fissato un esame di ammissione alla scuola secondo i criteri annunciati, dovrà annunciare due nuove date per il suo svolgimento in relazione alla data regolare dell’esame di ammissione uniforme annunciato dal Ministero.

(2) La scadenza per il secondo termine dell’esame di ammissione alla scuola è il giorno dell’esame di ammissione uniforme. Il termine per la data sostitutiva per l’esame di ammissione alla scuola è il giorno della data sostitutiva per l’esame di ammissione uniforme.

(3) Il capo di istituto invia un invito all’esame di ammissione alla scuola entro e non oltre 5 giorni lavorativi prima della data dell’esame e lo pubblica contemporaneamente sul sito web della scuola.

§ 8

Un candidato che non ha partecipato alla data di scadenza dell’esame di ammissione per gravi motivi e si è scusato per iscritto entro e non oltre 3 giorni al preside della scuola in cui doveva sostenere l’esame, prende la data sostitutiva. Il candidato minore e il richiedente con istruzione istituzionale ordinata o educazione protettiva imposta, che non hanno frequentato la data di scadenza dell’esame di ammissione per gravi motivi e si sono scusati per la sua assenza per iscritto entro 3 giorni al preside o al capo del candidato in questione strutture scolastiche per l’educazione istituzionale o protettiva.

§ 9

La data sostitutiva per l’esame di ammissione uniforme è fissata e pubblicata dal Ministero sul suo sito web. Il termine sostitutivo dell’esame di ammissione alla scuola è fissato dal capo di istituto. La stessa data per sostenere un esame di ammissione in un altro settore dell’istruzione o in un’altra scuola non giustifica la fissazione di una data alternativa per sostenere l’esame.

§ 10

Altri round di ammissione si svolgono secondo la Legge sull’istruzione.

§ 11

Una persona a cui si applica la Sezione 20 (4) della Legge sull’istruzione non fa un singolo esame di ammissione nel campo dell’educazione in lingua e letteratura ceca su richiesta. L’obbligo della scuola di verificare mediante intervista la conoscenza della lingua ceca, necessaria per l’educazione in un determinato settore dell’istruzione, non è interessato.

§ 12

Si applicano, mutatis mutandis, le norme per la regolamentazione delle condizioni di ammissione all’istruzione dei candidati con bisogni educativi speciali ai sensi della legge sull’istruzione.

§ 13

La scuola converte i fogli di registrazione dell’esame di ammissione uniforme in formato elettronico e lo invia al Centro per la determinazione dei risultati dell’istruzione (di seguito denominato “Centro”) attraverso il sistema informativo del Centro il giorno dell’esame di ammissione uniforme. La valutazione dei risultati delle prove d’esame di ammissione uniforme è fornita dal Centro. Il Centro mette a disposizione della scuola secondaria pertinente, entro 7 giorni di calendario dalla data di scadenza dell’esame di ammissione uniforme, la valutazione del richiedente a cui il richiedente richiede l’ammissione al primo anno di istruzione secondaria; in caso di una data alternativa, il Centro mette a disposizione la valutazione del richiedente entro 3 giorni di calendario.

§ 14

Il preside valuta il rispetto da parte del richiedente dei criteri di ammissione secondo

a) valutazione su precedenti certificati di istruzione,

b) i risultati dell’esame di ammissione uniforme, se parte della procedura di ammissione,

c) i risultati dell’esame di ammissione alla scuola, se specificato;

(d) se del caso, altri fattori che attestano le capacità, le conoscenze e gli interessi adeguati del candidato.

§ 15

(1) La valutazione dell’esame di ammissione unica deve rappresentare almeno il 60% della valutazione complessiva del rispetto dei criteri di ammissione da parte del richiedente; in caso di ammissione al campo dell’educazione Palestra con allenamento sportivo almeno il 40%.

(2) L’ ulteriore valutazione del rispetto dei criteri è determinata dal capo di istituto.

(3) Il capo di istituto determina la propria posizione in base ai risultati raggiunti dai singoli candidati durante la procedura di ammissione. Per i candidati che non sostengono un esame in ceco, il direttore crea una valutazione ridotta. Se più dei candidati soddisfano i criteri di ammissione, la loro classifica è determinata dai risultati della valutazione dei criteri di ammissione.

§ 16

Il preside completa la valutazione della procedura di ammissione e pubblica l’elenco dei candidati ammessi entro 8 giorni di calendario dalla data della data regolare dell’esame di ammissione unica. Il preside invia la decisione di non accettare richiedenti o tutori legali di richiedenti minori non accettati. Il capo di istituto pubblica anche i risultati della valutazione del primo e dell’ultimo candidato ammessi in forma anonima. Nel caso di una data sostitutiva, la procedura è simile, tranne per il fatto che il direttore conclude la valutazione della procedura di ammissione e pubblica l’elenco dei candidati ammessi entro 4 giorni di calendario dalla data della data sostitutiva dell’esame di ammissione unico.

§ 17

Nei settori dell’istruzione in cui la legge sulla scuola non prevede un esame di ammissione unico e una scuola secondaria non sostiene un esame di ammissione alla scuola, il capo di istituto pubblica un elenco di candidati ammessi e invia una decisione ai candidati non accettati o ai rappresentanti legali di minori non accettati entro 5 giorni lavorativi dalla valutazione tuttavia, entro 8 giorni di calendario dopo il giorno della data regolare dell’esame di ammissione uniforme.

§ 18

Non è ammissibile un ricorso contro la decisione del capo di istituto di presentare domanda di ammissione alla scuola secondaria.

§ 19

La legge sulle iscrizioni ai sensi della Sezione 60g della Legge sull’istruzione si applica mutatis mutandis, tranne per il fatto che il candidato o tutore legale del candidato minore conferma la sua intenzione di essere educato nella scuola secondaria data presentando o inviando la carta di iscrizione al preside che ha deciso di accettarlo. entro e non oltre 5 giorni lavorativi dopo la scadenza per la pubblicazione dell’elenco dei candidati ammessi, il candidato può riscattare l’elenco di iscrizione anche se adottato sulla base di una nuova decisione emessa ai sensi del codice di procedura amministrativa.

PARTE TERZA

TEST DI MATURITÀ

§20

La maturitní zkouška inizierà non prima di 21 giorni dopo il ripristino della possibilità di presenza personale di alunni nell’istruzione secondaria a scuola e non oltre il 30 giugno 2020.

§ 21

L’esame di fine studi può essere sostenuto dall’alunno che ha presentato la domanda per l’esame di fine studi ai sensi della legge sull’istruzione o dalla persona che ha presentato la domanda di esame sostitutivo o correttivo.

§ 22

L’esame di fine studi consiste in esami delle materie di prova della parte comune ai sensi del § 78 e degli esami della parte del profilo ai sensi del § 79 della Legge sull’istruzione. .

§ 23

L’allievo sostiene l’esame di fine studi a partire dagli esami dichiarati nella domanda di esame di fine studi.

§ 24

L’ampiezza delle conoscenze e delle capacità che possono essere verificate mediante esami della parte comune dell’esame di fine studi risulta dai cataloghi pubblicati ai sensi della sezione 78a della legge sull’istruzione.

§ 25

(1) Il Centro prepara e valuta a livello centrale i risultati delle prove della parte comune dell’esame di fine studi, ad eccezione degli esami parziali svolti sotto forma di esame orale.

(2) La parte scolastica valuta la parte del profilo dell’esame di fine studi e la parte orale della parte comune.

§ 26

Nel caso del lavoro maturita e della sua difesa davanti alla commissione d’esame e agli esami pratici, il capo di istituto può determinare un metodo sostitutivo per le sue prestazioni e valutazione. Il preside della scuola informa l’alunno con largo anticipo dell’esame e della sua difesa prima della commissione d’esame o dell’esame pratico.

§ 27

Se l’alunno ha superato l’esame obbligatorio della parte comune o della parte del profilo dell’esame di fine studi, può sostenere un riesame, non più di due volte da ciascun esame. Nel caso in cui l’alunno abbia superato un esame senza esito positivo, il riesame non viene sostenuto. Se l’alunno non frequenta l’esame e scusa debitamente la sua assenza entro 3 giorni lavorativi dalla data dell’esame, il capo di istituto ha il diritto di sostenere l’esame sostitutivo. Il mancato rispetto del termine può essere revocato dal capo di istituto in casi gravi. L’esecuzione dell’esame sostitutivo non pregiudica il diritto dell’alunno di sostenere l’esame correttivo. Se un alunno fa un esame correttivo o sostitutivo, fa solo la parte dell’esame in cui ha fallito o fallito. Se lo studente non ha frequentato l’esame senza una scusa adeguata, la sua scusa non è stata riconosciuta o se è stato escluso dall’esame, si ritiene che abbia fallito l’esame.

§ 28

Il primo esame di correzione e sostituzione del maturitní zkouška si svolge nel periodo di prova autunnale. Le disposizioni della presente legge per la forma dell’esame di fine studi si applicano, mutatis mutandis, al primo esame di correzione o di sostituzione.

§ 29

(1) Le disposizioni dell’articolo 80a, paragrafi 1, 2 e 4, della legge sull’istruzione si applicano mutatis mutandis al corso dell’esame parziale tenuto oralmente e all’esame della parte del profilo dell’esame di fine studi.

(2) Le disposizioni dell’articolo 81, paragrafo 6, della legge sull’istruzione si applicano mutatis mutandis.

§ 30

Si applica di conseguenza la regolamentazione legale delle condizioni di completamento dell’istruzione per gli alunni con bisogni educativi speciali ai sensi della legge sull’istruzione.

§ 31

Si applica di conseguenza la regolamentazione legale delle condizioni e delle modalità per sostenere un esame in lingua e letteratura ceca per le persone ai sensi dell’articolo 20, paragrafo 4, della legge sull’istruzione.

§ 32

(1) Si applicano, mutatis mutandis, le disposizioni dell’articolo 82, paragrafi 1, 2 e 4, della legge sull’istruzione; In caso contrario, le disposizioni della presente legge si applicano mutatis mutandis alla forma di un test ripetuto.

(2) La domanda di riesame può essere presentata all’autorità regionale o al Ministero entro 20 giorni dalla data dell’ultima parte dell’esame di fine studi.

§ 33

Le disposizioni della legge sull’istruzione si applicano al pubblico allo stesso modo.

§ 34

Il calendario della maturitní zkouška è annunciato dal Ministero e pubblicato sul suo sito web.

PARTE QUARTA

ESAME DELL’ESAME GCSE

§ 35

(1) Nel caso in cui la presenza personale degli alunni della scuola secondaria non venga ripristinata entro il 1 ° giugno 2020, il superamento dell’esame di maturità sarà quello che alla data di entrata in vigore della presente legge è un allievo dell’ultimo anno di ha superato la maturitní zkouška e ha superato la fine del primo semestre dello scorso anno e la persona che ha presentato domanda di esame correttivo o sostitutivo.

(2) Un alunno che non è stato valutato o fallito nella prima metà dell’ultimo anno dell’ultimo anno è autorizzato dalla scuola prima dell’esame della maturitní zkouška mediante un esame della commissione. In base ai risultati dell’esame, la scuola adegua la valutazione della materia pertinente a un rapporto scolastico. Se l’alunno ha fallito con successo l’esame di commissione, ha fallito alla fine del primo semestre dell’ultimo anno.

(3) La valutazione dell’esame di fine studi si basa sulla valutazione di materie identiche nei contenuti o che hanno un collegamento diretto con le materie d’esame o l’esame di fine studi, in media delle ultime tre relazioni in cui sono state valutate in tali materie. Questi certificati non includono i certificati per il secondo semestre dell’ultimo anno; ciò non si applica a un test di correzione e sostituzione o a un nuovo test. Le disposizioni dell’articolo 81, paragrafo 6, della legge sull’istruzione si applicano mutatis mutandis qui.

(4) La scuola esegue l’esame di fine studi in modo alternativo.

(5) Un alunno che supera l’esame di fine studi in modo alternativo è autorizzato a sostenere un esame di fine studi su sua richiesta nel periodo di prova successivo ai sensi della legge sull’istruzione.

(6) In caso di superamento dell’esame di fine studi in modo alternativo, non è consentito l’esame del corso e i risultati dell’esame di fine studi.

PARTE QUINTA

PROVA FINALE

§ 36

L’esame finale inizierà non prima di 21 giorni dopo il rinnovo della presenza personale degli alunni nella scuola secondaria e entro il 30 giugno 2020.

§ 37

L’esame finale può essere sostenuto da un alunno che è un alunno dell’ultimo anno della scuola secondaria di istruzione, che è completato dall’esame finale o che ha diritto a sostenere un esame sostitutivo o correttivo.

§ 38

La sezione 74 (1), (3) e (5) a (10) della legge sull’istruzione si applica, mutatis mutandis, al corso dell’esame finale, salvo che non si applicano i termini ivi stabiliti.

§ 39

Se lo studente che ha superato l’esame, che fa parte dell’esame finale, ha fallito, può sostenere un riesame, al massimo due volte da ciascun esame. Se l’alunno non frequenta l’esame e scusa debitamente la sua assenza entro 3 giorni lavorativi dal presidente dell’esame o non si sottopone all’esame finale a causa del mancato completamento dell’ultimo anno di istruzione, ha il diritto di sostenere l’esame sostitutivo da parte del comitato d’esame. Il mancato rispetto del termine può essere revocato in casi gravi dal presidente della commissione esaminatrice. L’esecuzione dell’esame sostitutivo non pregiudica il diritto dell’alunno di sostenere l’esame correttivo. Se lo studente non ha frequentato l’esame senza una scusa adeguata, la sua scusa non è stata riconosciuta o se è stato escluso dall’esame, si considera che abbia fallito l’esame.

§ 40

Nel caso di un esame pratico, il capo di istituto può determinare un metodo sostitutivo per le sue prestazioni e valutazione. Il preside informa l’alunno del modo alternativo di superare e valutare l’esame pratico con largo anticipo rispetto all’esame.

§ 41

(1) Le autorità regionali riesaminano il corso e i risultati dell’esame finale. Le disposizioni dell’articolo 82, paragrafi 1 e 4, della legge sull’istruzione si applicano di conseguenza. In caso contrario, le disposizioni della presente legge si applicano mutatis mutandis alla forma di un test ripetuto.

(2) La richiesta di riesame può essere presentata all’autorità regionale entro 20 giorni dalla data dell’ultima parte dell’esame finale.

PARTE SEI

ESECUZIONE DELLA PROVA FINALE

§ 42

(1) Se la presenza personale degli alunni della scuola secondaria non viene ripristinata entro il 1 ° giugno 2020, l’esame finale è sostenuto dalla persona che alla data di entrata in vigore della presente legge è alunna dell’ultimo anno della scuola secondaria di istruzione. e ha superato la fine del primo semestre dell’ultimo anno, o chi sta sostenendo un esame correttivo o sostitutivo.

(2) Un alunno che non è stato valutato o fallito nel primo semestre dell’ultimo anno deve essere autorizzato dalla scuola prima che l’esame finale sia valutato da un esame di commissione. In base ai risultati dell’esame, la scuola adegua la valutazione della materia pertinente a un rapporto scolastico. Se l’alunno ha fallito con successo l’esame di commissione, ha fallito alla fine del primo semestre dell’ultimo anno.

(3) La valutazione dell’esame finale si baserà sulla valutazione dell’alunno da materie identiche nei contenuti o che hanno un collegamento diretto con le materie d’esame o dell’esame finale, in particolare con la media delle ultime tre relazioni in cui sono state valutate in queste materie. Questi certificati non includono i certificati per il secondo semestre dell’ultimo anno; ciò non si applica ai test correttivi e di sostituzione effettuati in modo alternativo.

(4) La scuola esegue l’esame finale in modo alternativo.

(5) Se l’esame finale viene eseguito in modo alternativo, l’esame del corso e i risultati dell’esame finale non sono consentiti.


PARTE SETTE

DISPOSIZIONI COMUNI E FINALI

§ 43

(1) Un allievo di una scuola elementare che partecipa alla procedura di ammissione per una scuola secondaria è considerato un allievo della scuola elementare fino al giorno della decisione del capo di istituto sulla domanda di ammissione alla scuola secondaria; se non è stato ammesso, sarà considerato allievo della scuola almeno fino al 30 giugno 2020 e, se ammesso, sarà considerato allievo della scuola fino almeno al 31 agosto 2020.

(2) Un allievo del Conservatorio nell’ultimo anno di studio è considerato un allievo del Conservatorio fino al giorno della dimissione.

(3) Uno studente di una scuola professionale superiore nell’ultimo anno di studio è considerato uno studente di una scuola professionale superiore fino al giorno della dimissione.

§ 44

(1) Uno studente deve superare un esame di fine studi o un esame finale se supera con successo tutti gli esami che ne fanno parte.

(2) Un alunno cessa di essere un allievo della scuola il giorno successivo al giorno in cui ha superato l’esame di fine studi o l’esame finale.

(3) Se l’ultimo esame dell’esame di fine studi o l’esame finale ha avuto luogo prima del 30 giugno 2020 e lo studente non ha superato l’esame di fine studi o l’esame finale, cessa di essere uno studente della scuola il 30 giugno 2020.

(4) Un alunno che non ha completato o meno l’esame di commissione ai sensi dei § 35 o 42 cesserà di essere allievo della scuola il giorno successivo alla data dell’esame di commissione, ma non prima del 30 giugno 2020.

(5) Un allievo ai sensi del paragrafo 4 può, entro 5 giorni lavorativi dal giorno in cui ha cessato di essere un allievo della scuola, chiedere al capo di istituto di consentire la ripetizione dell’ultimo anno. Il capo di istituto risponde a tale richiesta.

§ 45

Prima dell’inizio dell’esame di fine studi, il capo di istituto può annunciare fino a 5 giorni di pausa per prepararsi all’esame di fine studi.

§ 46

Prima dell’inizio dell’esame finale, il capo di istituto può annunciare fino a 4 giorni di permesso di studio per preparare l’esame finale.

§ 47

Si applicano, mutatis mutandis, le norme sulla pubblicazione dell’elenco dei candidati ammessi ai sensi dell’articolo 183, paragrafo 2, della legge sull’istruzione.

§ 48

Le disposizioni della presente legge sulla procedura di ammissione si applicano anche alla procedura di ammissione allo studio di follow-up ai sensi della legge sull’istruzione.

§ 49

Le disposizioni della legge sull’istruzione si applicano mutatis mutandis alle informazioni non accessibili al pubblico e agli obblighi di riservatezza e alla fornitura di informazioni ai richiedenti informazioni ai sensi di una legge speciale.

§ 50

Le disposizioni della legge sull’istruzione si applicano mutatis mutandis alla partecipazione dei membri alla commissione d’esame.

§ 51

I dettagli del corso e della valutazione dell’esame di ammissione, dell’esame di fine studi, dell’esame finale, compresi l’esame di fine studi e l’esame finale effettuati in modo sostitutivo, nonché i dettagli delle regole per la procedura di ammissione sono stabiliti dal ministero con un decreto.

§ 52

Il regolamento di procedura amministrativa non si applica alle decisioni relative all’esame del corso e ai risultati della finale e maturitní zkouška, esclusione di un alunno dall’esame da parte dello sponsor o espulsione di una persona in classe da parte dello sponsor ed esclusione dell’alunno dall’esame finale.

§ 53

Le disposizioni della legge sull’istruzione non si applicano se non diversamente previsto dalla presente legge.

PARTE OTTO

EFFICIENZA

§ 54

Questa legge entra in vigore il giorno della sua promulgazione.

Open chat