Select Page

Link utili

Quadro costituzionale
Il 16 dicembre 1992, il Consiglio nazionale ceco ha adottato una nuova costituzione che istituisce la Repubblica ceca come democrazia parlamentare. Questo documento riflette la tradizione liberale occidentale del pensiero politico e incorpora molti dei principi codificati nella Carta dei diritti e delle libertà fondamentali, adottata dall’ex Assemblea federale cecoslovacca nel gennaio 1991. La costituzione prevede un parlamento bicamerale costituito da una Camera dei deputati (eletto su base proporzionale per un mandato di quattro anni) e un Senato (eletto su base distrettuale per un mandato di sei anni).

Il potere esecutivo è condiviso dal primo ministro e dal presidente. Eletto direttamente dal voto popolare per un mandato di cinque anni, il presidente, che è anche il capo dello stato, nomina un primo ministro, che guida il governo e consiglia il presidente sulla nomina di altri membri del governo.

Il governo locale
La Repubblica Ceca era precedentemente divisa in 77 okresy (distretti). Queste unità sono ancora riconosciute, ma nel 2000 il paese ha ristabilito 13 kraje (regioni) e un hlavní mesto (città) che riflettono le divisioni amministrative in atto dal 1948 al 1960. I governi locali hanno il potere di aumentare le tasse locali e sono responsabili delle strade, servizi pubblici, sanità pubblica e scuole.

giustizia
Il sistema giudiziario della Repubblica ceca è costituito dalla Corte costituzionale, dalla Corte suprema amministrativa e dalla Corte suprema, nonché da alti tribunali regionali e distrettuali. I tribunali militari sono sotto la giurisdizione del dipartimento della difesa. Durante gli anni ’90, il governo ceco ha preso provvedimenti per modificare il proprio sistema giuridico (basato sul codice penale austriaco precedente al 1918) per soddisfare gli standard stabiliti dall’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa.

Processo politico
Il sistema elettorale è uno di suffragio diretto universale. Esistono diversi importanti partiti politici, tra cui il Partito democratico civico, il Partito socialdemocratico ceco, il Partito verde e il Partito comunista di Boemia e Moravia. Alcuni partiti che godettero di un sostegno significativo alla fine del XX e all’inizio del XXI secolo, come l’Unione della libertà, l’Unione cristiana e democratica – Partito popolare ceco e l’Alleanza democratica civica, hanno perso importanza o sciolto.

Sicurezza
Il ritiro delle truppe sovietiche dalla Cecoslovacchia a metà 1991 coincise con lo scioglimento del Patto di Varsavia. Alla spartizione, la ripartizione delle risorse militari era uno dei compiti principali dei nuovi ministeri della difesa cechi e slovacchi. Due terzi del matériel sono andati all’esercito ceco, che comprende le forze di terra e aeree e le guardie di frontiera. La Repubblica Ceca, insieme a Polonia e Ungheria, è diventata membro della NATO nel 1999. Alla fine del 2004, l’esercito si era trasformato da un’organizzazione dipendente dalla coscrizione in una forza di volontariato.

https://www.seznam.cz/  principale motore di ricerca in Repubblica Ceca

https://www.sreality.cz/  sito intermediazioni immobiliari

https://www.sbazar.cz/ mercato dell’usato a Praga

https://www.novinky.cz/ News in Repubblica Ceca

https://www.bezrealitky.cz/ Annunci immobiliari gratuiti

https://www.alza.cz/ E shop on line

https://www.czc.cz/  e shop on line

https://www.rohlik.cz/ supermercato on line

https://www.radio.cz/ Radio Ceca

https://www.czechtourism.com sito ufficiale Czech Tourism

 

 

https://justice.cz/ Visure camerali gratuite delle società ceche

https://portal.gov.cz/en informazioni legali per stranieri

https://www.blesk.cz/ notizie in Repubblica Ceca

 

 

https://ambpraga.esteri.it/ambasciata_praga/it/ Ambasciata italiana a Praga

https://iicpraga.esteri.it/iic_praga/it/ Istituto italiano cultura a Praga

https://www.cd.cz/en/ Ferrovie ceche

https://www.dpp.cz/en Trasporti a Praga

 

Open chat