Carta dei cittadini Italiani in Repubblica Ceca

Carta dei cittadini italiani in Repubblica Ceca
I cittadini italiani all’estero hanno diritto ad ottenere le prestazioni secondo principi di eguaglianza, imparzialità, efficienza e trasparenza.
Anche tutti i cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea hanno diritto ad essere tutelati dal Consolato italiano se nel territorio in cui si trovano non vi è una rappresentanza del loro Paese.

SERVIZI PER TUTTI I CITTADINI
Il Consolato assicura tutela a tutti i cittadini italiani in tutti i casi in cui:
– vengano limitati o privati della loro libertà personale
– i loro diritti fondamentali vengano violati

La tutela riguarda i casi di decesso, di incidente o malattia grave, di arresto o detenzione.
L’assistenza alle vittime di atti di violenza, l’aiuto e il rimpatrio dei cittadini in difficoltà.

Il Consolato assiste tutti i cittadini italiani nei casi di :
– emergenza
– ricerca di familiari
– ricerca di informazioni sull’ordinamento giuridico locale in caso di matrimoni con cittadini stranieri
– pratiche di successione aperte all’estero
– rimpatrio delle salme (in questo caso le spese relative sono a carico del cittadino italiano)

In questo Consolato i cittadini italiani hanno a disposizione un registro per annotarvi le loro lamentele su eventuali disservizi, le loro osservazioni e suggerimenti per migliorare la qualità del nostro lavoro.
Il Consolato assiste i cittadini italiani che hanno bisogno di pratiche amministrative. Alcuni servizi prestati dal Consolato sono gratuiti, altri invece sono a pagamento.
La tabella che segue dà informazioni sugli atti gratuiti

ATTI GRATUITI
Iscrizione all’AIRE – Anagrafe degli italiani residenti all’estero
Trasmissione di atti di Stato civile per la documentazione presso i Comuni Italiani
Arruolamento e pratiche relative al servizio di leva
Documento di viaggio per il rimpatrio
Dichiarazione di rimpatrio
Certificato di esistenza in vita

SERVIZI PER I CITTADINI ITALIANI RESIDENTI NELLA CIRCOSCRIZIONE CONSOLARE
Il cittadino italiano che ha fissato la sua residenza all’estero deve iscriversi all’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero (AIRE).
L’iscrizione è gratuita e puo’ essere fatta anche presso i Consolati.

I Consolati assistono i cittadini italiani nel fare l’autocertificazione quando le norme lo ammettono.

Il Consolato cura e predispone le pratiche che riguardano:
– la stesura e la trascrizione di atti di stato civile
– i documenti necessari per le pubblicazioni di matrimonio
– il rilascio e il rinnovo dei passaporti
– il rinnovo della patente di guida (per i cittadini iscritti all’AIRE o che vivono all’estero da almeno 6 mesi)
– gli atti relativi alla cittadinanza
– gli atti relativi al servizio di leva
– gli atti notarili e i testamenti
– la traduzione e l’autocertificazione di documenti e traduzioni di documenti
– i certificati doganali connessi con il rimpatrio
– gli atti che riguardano il servizio elettorale
– la pensione e l’assistenza sociale
– sussidi e assistenza ai cittadini italiani indigenti

Inoltre, presso il Consolato si possono celebrare i matrimoni.

SERVIZI PER I CITTADINI ITALIANI NON RESIDENTI NELLA CIRCOSCRIZIONE CONSOLARE
Il Consolato assiste i cittadini italiani di passaggio nella circoscrizione nelle situazioni di emergenza individuali:
– tutelando la loro integrità, incolumità e libertà personale
– fornendo informazioni su come e chi contattare in caso di necessità (medici, centri di cura, avvocati, traduttori di fiducia)
– rilasciando gratuitamente un documento di viaggio necessario per rientrare in Italia nel caso in cui siano stati rubati o smarriti il passaporto o la carta d’identitá
E’ utile sapere che per ottenere tale documento il cittadino italiano deve:
1. fare denuncia alle Autoritá di polizia del luogo
2. ottenere una copia della denuncia
3. presentare al Consolato la copia della denuncia insieme a due fotografie formato tessera
– Rilasciando o rinnovando il passaporto
Per poter fare questo, il Consolato deve ottenere il necessario nulla osta dalla Questura italiana competente. E’ utile sapere che in questo caso le spese relative sono a carico del cittadino italiano.

I Consolati inoltre possono prestare una somma limitata di denaro al cittadino italiano che viene a trovarsi in stato di improvvisa necessità e non può’ provvedere in altro modo. Il cittadino dovrà poi restituire all’Erario la somma ricevuta con le modalità previste dalla legge, sulle quali verrá informato al momento del prestito.

CHE COSA NON POSSONO FARE I CONSOLATI
I consolati italiani non possono:
– rilasciare o rinnovare le carte d’identitá
– intervenire in giudizio per conto di cittadini italiani
– sostenere direttamente le spese sanitarie o le spese per rimpatriare le salme di cittadini italiani deceduti nella circoscrizione
– far utilizzare le proprie strutture per questioni di natura privata (far fare telefonate private, fare prenotazioni alberghiere o di viaggio, cambiare valuta, fornire interpreti, ecc.)

A.I.R.E.
anagrafe Italiani Residenti all’Estero

Cos’è l’AIRE?
L’AIRE, istituita nel 1988, è l’anagrafe della popolazione italiana residente all’estero. E’ parte integrante dell’anagrafe della popolazione residente in Italia e contiene i dati di tutti i cittadini che risiedono all’estero per un periodo superiore a dodici mesi.
È importante iscriversi all’AIRE?
E’ molto importante. L’AIRE consente allo Stato italiano di:
– garantire e facilitare l’esercizio dei diritti politici (il voto politico, il voto e le candidature per gli organismi rappresentativi);
– programmare in modo più razionale gli interventi della Pubblica Amministrazione a favore delle comunità degli italiani residenti all’estero;
– rendere più trasparenti ed agevoli i rapporti tra istituzioni italiane e cittadini residenti all’estero;
– erogare servizi amministrativi e gli interventi di assistenza previsti per i cittadini italiani all’estero.

che cosa è L’Aire?

Chi deve iscriversi all’AIRE?
Si devono iscrivere:
– i cittadini italiani che hanno trasferito la loro residenza all’estero;
– le persone nate all’estero che hanno acquisito la cittadinanza italiana per nascita;
– le persone che hanno acquisito la cittadinanza italiana all’estero.

Chi non deve iscriversi all’AIRE?
Non si devono iscrivere:
– i cittadini che si recano all’estero temporaneamente o stagionalmente per una durata non superiore ai dodici mesi.

Come si aggiorna l’AIRE?
L’aggiornamento dipende da ognuno di noi. Ogni cittadino italiano residente all’estero deve comunicare al competente Ufficio Consolare:
– il trasferimento della residenza o dell’abitazione
– le modifiche dello stato civile (matrimoni, divorzi, nascite ecc.);
– il cambiamento della qualifica professionale e del titolo di studio;
– ogni altra modifica anagrafica.

Inoltre i cittadini italiani sono tenuti ad avvertire il Consolato quando rientrano definitivamente in Italia, quando si verifica un decesso in famiglia, quando perdono la cittadinanza italiana.

Come iscriversi all’AIRE?
Iscriversi all’AIRE è semplicissimo. Basta recarsi presso l’Ufficio Consolare competente, fornire le notizie anagrafiche all’addetto e firmare il modulo che l’ufficio provvederà ad inoltrare al Comune italiano rispettivo. Puo’ anche iscriversi direttamente all’AIRE del suo Comune italiano, quando sta per trasferirsi all’estero, ma poi deve comunque presentarsi entro 90 giorni all’Ufficio Consolare all’estero per confermare la sua presenza nella circoscrizione consolare.
Si ricordi che iscriversi all’AIRE è un diritto-dovere di tutti i cittadini italiani che vivono all’estero, perché solo ad essi sono riservati i servizi consolari che per legge sono erogabili dall’Ufficio.

COSA FARE IN CASO DI SMARRIMENTO O FURTO DI PASSAPORTO O ALTRI DOCUMENTI E/O VALORI

PASSAPORTO
Una volta recatisi nella stazione di polizia piú vicina ad esporre denuncia, compilare gli appositi moduli consolari (Mod. Cons. 1 – denuncia passaporto – e modello per il rilascio del passaporto ordinario – dichiarazione sostitutiva, dichiarazione furto bilingue) e recarsi in Ambasciata (previo appuntamento telefonico) forniti di almeno due fototessere e della predetta documentazione.

ALTRI DOCUMENTI E/O VALORI
Una volta recatisi nella stazione di polizia piú vicina ad esporre denuncia, compilare gli appositi moduli consolari (Mod. Cons. 2 – denuncia smarrimento furto – e modello per il rilascio del passaporto ordinario – dichiarazione sostitutiva, dichiarazione furto bilingue ) e recarsi in Ambasciata (previo appuntamento telefonico) forniti di almeno due fototessere e della predetta documentazione.
N.B. In caso di smarrimento di altri documenti e/o valori insieme al passaporto ordinario occorre compilare, oltre al modello per il rilascio dello stesso, entrambi i modelli consolari (Mod. Cons. 1 e Mod. Cons. 2)

Matrimonio
Sono italiano/a, residente in Repubblica Ceca (iscritto all’AIRE) e mi voglio sposare in Repubblica Ceca con un cittadino/a ceco/a, cosa devo fare?

· Un mese prima del matrimonio si rechi all’Ambasciata – Cancelleria Consolare insieme al fidanzato/a per richiedere le pubblicazioni di matrimonio (ohlasky), necessarie per ottenere il nulla osta a contrarre matrimonio (vykonane ohlasky t.j. pravni zpusobilost k snatku).
· Dovrai portare in visione, oltre al passaporto, i seguenti certificati:
1) Estratto di nascita (in cui compaiano i nomi dei genitori)
2) Certificato cumulativo (che comprende Cittadinanza, Residenza e Stato Libero)

Entrambi i certificati devono essere “Apostillati” dalla Prefettura e tradotti in lingua ceca da un traduttore giurato.
* Essendo iscritto all’AIRE potrebbe anche ottenere i certificati di Cittadinanza, Residenza e Stato Libero da questa Ambasciata (pagando però tre certificati distinti), l’Estratto di Nascita invece può essere rilasciato solamente dal suo Comune in Italia.
Il fidanzato/a (ceco/a) dovrà portare, oltre al passaporto, i seguenti certificati*:
1) Certificato di nascita
2) Certificato di capacità giuridica a contrarre matrimonio (che comprende Cittadinanza, Residenza e Stato Libero)

Entrambi i certificati devono essere “Apostillati” dal Ministero degli Affari Esteri Ceco – Palazzo Toscano e tradotti in lingua italiana da un traduttore giurato che abbia la firma depositata presso l’Ambasciata d’Italia.